Scroll to top

Quanto costa un Social Media Manager?

Quanto costa un Social Media Manager? E’ questa una delle prime domande che si pongono le persone o aziende che stanno iniziando a pensare di affidare a una risorsa esterna la gestione della propria pagina Facebook o di altri spazi sui social.

Conviene affidare la gestione a parenti e amici?

Spesso si parte da un presupposto errato: i social network sono gratis e sono semplici da usare, quindi tutti, anche i ragazzini, possono farlo. Bene, allora perché non affidare la gestione della propria pagina Facebook o del profilo twitter a quel nostro cugino, amico, parente, vicino di casa che è così bravo con i computer e al passo coi tempi? Chi ragiona in questo modo – senza voler nulla togliere ai cugini, amici e parenti di tutti i lettori – commette purtroppo una grave leggerezza. La gestione di una presenza sui social non è affatto così semplice come si è portati a credere, così come la crescita su Facebook non è necessariamente rapida come molti pensano. Il Social Media Management è a tutti gli effetti una professione che richiede studio, preparazione e aggiornamenti continui. Si tratta quindi di un lavoro vero e proprio che deve essere affidato a un professionista. Meglio ancora se si tratta di una persona che ha una formazione di tipo alto in ambito economico-aziendale, con conoscenze di marketing, project management, e comunicazione.  Il nipotino o cugino bravo con il computer non è necessariamente il Social Media Manager ideale.

Chi sono le persone che ti gestiscono la pagina per 50 euro?

Detto questo, se avete pensato di rivolgervi a qualcuno e di pagarlo per la creazione e gestione di una pagina Facebook o di un altro profilo social, di sicuro avrete già trovato molte persone che si offrono di svolgere questo lavoro e che presentano tariffe estremamente variabili: c’è chi chiede solo 50 euro al mese, così come ci sono altri che ne chiedono 1.000 o anche di più.  In linea di massima vi consiglio di diffidare da quanti offrono tariffe troppo basse, perché di sicuro la qualità e quantità di lavoro che vi forniranno sarà commisurata al prezzo. Allo stesso modo, dovreste guardare con un certo sospetto anche quanti offrono pacchetti pronti, specie se includono la garanzia dell’acquisizione di un certo numero di fan. Sappiate che è molto semplice acquistare pacchetti di fan per le vostre pagine, ci sono società che lo fanno, ma è anche assolutamente inutileper non dire dannoso. Avere una pagina con 1.000 oppure 10.000 fan fasulli non vi arrecherà nessun beneficio, ma molti svantaggi.  Infine è sempre un buon consiglio guardare con scetticismo anche quanti offrono pacchetti pronti ad un prezzo fisso. Ogni caso infatti è differente e un buon professionista dovrebbe valutarlo singolarmente. Chi non lo fa, probabilmente adotta una strategia uguale per tutti e questo non è un bene per il cliente.

Quanto vale un’ora di lavoro del Social Media Manager

Le persone più serie che svolgono questo lavoro (e fortunatamente ce ne sono) stabiliscono un compenso in base alle ore di lavoro che prevedono di dedicarvi. La tariffa oraria richiesta dipende dal tipo di esperienza, dalle competenze e dal curriculum del professionista.
E’ opinione diffusa che il costo orario di un professionista di medio livello non dovrebbe essere mai inferiore a una certa cifra. Secondo Giancarlo Sali: “30-40 euro l’ora lordi per chi ha partita iva o si fa pagare in ritenuta d’acconto è la paga base, sotto questa cifra si offende la dignità di un bravo social media specialist, però purtroppo capita spesso”. Anche  Enrica Crivello, spiega che il costo di 40 euro l’ora lordi è “soltanto di poco più alto di quello della manodopera non qualificata” ed è del tutto giustificato, visto il tempo e il denaro che lo specialista dei social media deve spendere nel lavoro e nella propria formazione. Anche molti altri SMM, che hanno scritto sull’argomento, come Alessandro Pozzetti o Veronica Gentili stabiliscono il proprio costo orario su valori vicini a questa cifra.
Ovviamente i professionisti devono anche essere capaci di adattarsi alle differenti realtà che incontrano e quindi modulare le loro parcelle anche in base al cliente che hanno di fronte. Non si tratta di adottare opportunisticamente due pesi e due misure, ma certamente non si può pensare che una piccolissima attività possa investire la stessa cifra di una multinazionale.  Come in tutti i settori, bisogna essere flessibili e quindi esser capaci di offrire il miglior servizio possibile al miglior prezzo, ma senza svendersi e mortificare la propria professionalità.

Il prezzo è dato dalla somma dei fattori presenti nel servizio

Molto importante  nella definizione del giusto prezzo da pagare (o della parcella da chiedere) è la identificazione di tutti gli elementi che vengono inclusi nel servizio. Non tutti i servizi sono uguali, anzi le differenze sono notevoli. Un preventivo tipo di un Social Media Manager include i seguenti elementi:

  • Definizione della strategia di social media marketing.
  • Benchmarking dei competitor e studio di settore.
  • Definizione della linea editoriale della pagina e strategia sui contenuti.
  • Gestione della pagina con reportistica sugli insight.
  • Creazione effettiva dei contenuti.
  • Impostazione delle campagne adv.
  • Gestione delle campagne adv con relativa reportistica.

Le differenze però possono essere notevoli a seconda dei casi, delle persone e delle situazioni: ci sono professionisti che lavorano per il committente solo nella fase di avviamento, dedicandogli un certo numero di ore di consulenza, dopodiché dovrà essere il cliente stesso a gestire il suo spazio sui social. Questo modello non è del tutto scorretto, in quanto la creazione di ogni pagina deve essere preceduta da una fase di studio che può durare anche un mese, che è particolarmente delicata, nella quale generalmente si elabora la strategia e si definisce un piano editoriale. In genere i professionisti che non si limitano alla sola consulenza, ma si occupano anche di gestione inseriscono questa voce nel preventivo come un costo fisso separato da quello mensile che spesso prende il nome di “attivazione” oppure “avviamento”.

Non sempre i social media manager si occupano anche della creazione dei contenuti.  Se questa attività è compresa nella gestione, deve essere adeguatamente quantificata e valorizzata in quanto l’elaborazione di contenuti creativi può essere particolarmente onerosa e richiede competenze specifiche (grafica, copywriting, marketing, ecc.) e costi (si pensi alle immagini da acquistare su piattaforme come Shutterstock o Fotolia). Bisogna quindi stabilire quanti post si inseriranno sulla pagina e con che frequenza temporale (un post al giorno? Uno alla settimana?) . Anche il community management ovvero la moderazione sulla pagina, la lettura delle domande dei visitatori, la fornitura di risposte e l’eventuale gestione delle crisi è un’attività non sempre inclusa nei preventivi e che deve essere valorizzata.

Se sono previsti dei contest, devono esserci per forza delle maggiorazioni di costo, vista la complessità sia burocratica che pratica della gestione dei concorsi.

E’ chiaro quindi che i servizi di social media management possono essere molto diversi tra loro a seconda di ciò che si intende includere nel pacchetto e quindi è normale che i prezzi differiscano . Se volete approfondire la vostra visione dei prezzi di mercato, riporto di seguito una tabella contenente una sintesi di alcune delle offerte che si possono trovare in rete.

Nome Tariffa mensile minima oppure Pacchetto consulenza Base
Enrica Crivello 600 euro al mese per 15 ore di lavoro – costo orario 40 euro.
Alessandro Pozzetti costo orario 30 euro. Nella peggiore delle ipotesi: 250 euro al mese + costi di attivazione  (per analisi preventiva ed elaborazione strategia).
WebAdditive  400 euro per la creazione di una pagina, la gestione di una campagna e due ore di consulenza (senza gestione mensile).
Tatiana Schirinzi 600 euro solo per il servizio di consulenza che include la definizione della strategia e la fornitura di un piano operativo al cliente.
Marco Panichi 200 euro al mese come prezzo indicativo per la gestione di una pagina. Questo prezzo però varia” in base alla quantità ore preposte alle pubbliche relazioni digitali; Facilità / Difficoltà nel comunicare i servizi / prodotti e nell’ottenere interazioni da parte degli utenti; Necessità di altri servizi collegati (concorsi, tab personalizzati, campagne pubblicitarie, ecc).”
Kékrika 100 euro al mese per la creazione e gestione di una pagina Facebook con un aggiornamento settimanale e un’ora mensile di consulenza tecnica;350 euro al mese per la creazione e gestione profili Google + la creazione e gestione di una pagina Facebook con 2 aggiornamenti settimanali, 5 ore di consulenza tecnica, 1 articolo mensile su blog aziendale e 1 Profilo extra su altro social.

 

SocialMediaTeam 300 euro al mese per apertura e set-up di una pagina Facebook, con monitoraggio giornaliero, 7 post settimanali e 50 €/mese pubblicità su Facebook.500 euro al mese per apertura e set-up pagina Facebook con monitoraggio giornaliero, community management, 10 post settimanali e 100 €/mese pubblicità su Facebook . In più è incluso anche apertura, setup e monitoraggio giornaliero di Trip Advisor.
Marketing SEO 200 euro al mese per gestione di una pagina facebook per un mese “comprensivo di scrittura post ed aumento fans ed interazioni”.
MyPresslab.com 312 euro per 20 ore di consulenza
Promogenova.it 300 euro al mese per aggiornamento periodico (settimanale o mensile) con contenuti da pubblicare sulla pagina facebook su indicazione del cliente.
Socialnetworkwebmarketing.it 300 euro suddivisi in  160 euro di costo di attivazioine una tantum e 140/mese per la creazione e configurazione di una pagina Facebook – Google+/Profilo Twitter, con 15/20 interventi al mese (forniti dal cliente o concordati in anticipo) .
DrWebsite 150 euro di costo di attivazione e configurazione + 140 euro mensili per 15/20 interventi mensili.

Post a Comment

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile su questo sito web. Accettando l'utilizzo dei cookie, ne confermi l'utilizzo su questo sito web.

Accetto Rifiuto Centro privacy Impostazioni privacy